Bando per la riqualificazione energetica delle PMI in Emilia Romagna

La Regione Emilia Romagna ha riaperto il bando per la riqualificazione energetica di imprese turistiche e commerciali, inclusi gli stabilimenti termali. Sarà possibile inviare online le domande dal 1 al 30 settembre 2014.

28/08/2014
Bando per la riqualificazione energetica delle PMI in Emilia Romagna

La Giunta della Regione Emilia-Romagna ha disposto la riapertura dal 1° al 30 settembre 2014 del bando per la riqualificazione energetica di imprese turistiche e commerciali (pdf), che prevede un contributo regionale che coprirà fino al 40% del costo del progetto presentato, fino a un massimo di 150mila euro. Il bando verrà finanziato con l'Asse III, Qualificazione energetico ambientale e sviluppo sostenibile, del POR FESR (Il Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013).

Possono accedere ai contributi previsti dal bando le piccole e medie imprese con sede operativa in Emilia Romagna e in possesso dei requisiti specificati nell'Art.2 del bando (pdf).

Il bando sostiene la qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale, in particolare dei settori del commercio e del turismo, attraverso il cofinanziamento di interventi che mirano a promuovere il risparmio energetico, l’uso efficiente dell’energia e la valorizzazione delle fonti rinnovabili. Tra gli investimenti ammissibili:

  • interventi integrati di risparmio energetico o di miglioramento dell’efficienza energetica
  • installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.

Le domande potranno essere inviate esclusivamente online, tramite l'applicativo web "Sfinge", dalle ore 9 del primo settembre 2014 alle ore 23.59 del 30 settembre 2014, riportando nell’oggetto la dicitura: "Domanda ai sensi dell’attività III.1.2 dell’Asse 3 del POR 2007-2013".

La domanda e i relativi allegati dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa e inviati tramite posta certificata all'indirizzo: energia@postacert.regione.emilia-romagna.it

(Articolo a cura di QualEnergia.it)