Convegno RES4MED: le opportunità in Marocco per le imprese italiane delle rinnovabili

Con un piano da 10 miliardi di euro il Marocco rappresenta uno dei paesi più attrattivi per l’intera filiera italiana delle rinnovabili. Se ne è parlato oggi a Solarexpo-The Innovation Cloud.

08/05/2014
Convegno RES4MED: le opportunità in Marocco per le imprese italiane delle rinnovabili

Alcuni tra i più importanti esperti internazionali in materia di energia rinnovabile si sono riuniti questa mattina a Fiera Milano nell’ambito di Solarexpo-The Innovation Cloud, in occasione della conferenza annuale di RES4MED, realizzata in collaborazione con assoRinnovabili, per confrontarsi in un workshop sulle opportunità e sulle sfide legate agli investimenti energetici in Marocco.

Il Marocco è infatti il maggior importatore di energia primaria nel Nord Africa e, per ridurre la sua dipendenza dalle fonti fossili estere ed incrementare la sicurezza degli approvvigionamenti, ha deciso di investire nelle rinnovabili con un piano di investimenti da oltre 10 miliardi di euro.

Il Governo ha deciso infatti di perseguire obiettivi molto ambiziosi per favorire la crescita del settore, coprendo tramite fonti energetiche rinnovabili  il 42% della potenza totale installata al 2020. A tale scopo permetterà l’installazione, entro il 2020, di 6.000 MW, ugualmente ripartiti tra impianti solari, eolici ed idroelettrici.

Per quanto concerne il solare si tratta di  impianti innovativi di grande taglia che utilizzano le tecnologie del solare fotovoltaico e termodinamico, all’interno di cinque aree ben individuate nel Paese, con un investimento complessivo per 7 miliardi di euro utilizzando il meccanismo delle aste competitive. Per quanto riguarda la produzione di energia elettrica da fonte eolica, che rappresenta una priorità per il Marocco, dato l’enorme potenziale di installazione complessivo pari a 25.000 MW,  nel 2012 il Paese ha introdotto un sistema di aste competitive di cui è responsabile la società pubblica detentrice della maggior parte delle reti di distribuzione e trasmissione (ONEE, all’Office National de l’Electricité). Al varo anche l’apertura del mercato elettrico marocchino alla generazione distribuita in media e bassa tensione.

Si tratta di un’opportunità per tutta la filiera italiana delle rinnovabili, con particolare interesse ad attrarre le eccellenze italiane e i progetti innovativi per i quali è prevista la possibilità di co-finanziamento della Società governativa di Investimenti Energetici. Il sistema prevedrà probabilmente il modello dei Power Purchase Agreement (PPA) con clienti industriali o consorzi d'acquisto privati mentre sarà possibile vendere l'energia non ritirata in eccesso a condizioni prefissate.

Nell’ambito del workshop, il presidente di RES4MED Francesco Starace ha firmato un Memorandum of Understanding con RCREEE (Regional Center for Renewable Energy and Energy Efficiency), il centro inter-arabo sull’energia rinnovabile e l’efficienza energetica con sede a il Cairo rappresentato dal direttore generale Tareq Emtairah. Tale accordo di cooperazione è siglato in un una fase decisiva per lo sviluppo futuro delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica nell’area Araba, presto foriera di iniziative significative nella regione.

Con l’accordo RES4MED e RCREEE si impegnano a dialogare in modo costante, condividere know-how sui temi delle fonti energetiche rinnovabili e dell’efficienza energetica, confrontandosi sulle innovazioni tecnologiche, sullo sviluppo dei nuovi quadri regolatori, sui meccanismi di finanziamento e sull’implementazione di progetti dimostrativi al fine di sviluppare modelli di business innovativi e radicati nel contesto dell’area Araba.

 

Renewable Energy Solutions for the Mediterranean (RES4MED)

L’associazione è un network di leaders internazionali nel campo energetico, con la missione di facilitare ed accelerare l’utilizzo delle fonti rinnovabili e di contribuire a creare un mercato elettrico integrato nell’area del Mediterraneo orientale e meridionale. RES4MED promuove il consolidamento di capacità decisionale, istituzionale e di formazione nel bacino del Mediterraneo per garantire le competenze necessarie per la diffusione e l’integrazione delle energie rinnovabili nel mercato elettrico locale.

Attraverso il dialogo diretto con istituzioni, agenzie, industrie e società elettriche nei paesi che si affacciano sul bacino Sud ed Est del Mediterraneo diffonde soluzioni complementari di generazione distribuita ed efficienza energetica.