"Dear Commissioner", contro lo spalma-incentivi assoRinnovanbili scrive a Oettinger

assoRinnovabili scrive una lettera al Commissario europeo per l’Energia, Günther Oettinger, per chiedergli di invitare il Governo e il Parlamento italiano a modificare la norma spalma-incentivi contenuta nel decreto approvato lo scorso 24 giugno.

27/06/2014
"Dear Commissioner", contro lo spalma-incentivi assoRinnovanbili  scrive a Oettinger

"Egregio Commissario, le chiediamo di invitare il Parlamento e il Governo italiano a riconsiderare il meccanismo previsto dallo spalma-incentivi". Così assoRinnovabili in una lettera al Commissario europeo per l’Energia Günther Oettinger (allegata in basso, pdf), scritta in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91 che contiene il pacchetto di misure 'taglia-bollette', tra cui lo spalma-incentivi contro il fotovoltaico sopra i 200 kWp e la norma che impone di pagare parte degli oneri di sistema anche sull'energia autoconsumata (si veda "Taglia-bollette con spalma-incentivi, il decreto in Gazzetta. Testo e sintesi").

La posizione contraria espressa più volte e con diverse iniziative da assoRinnovabili sul tale norma (si veda "Contro lo spalma incentivi, la campagna #SalvaLeRinnovabili di assoRinnovabili") è infatti perfettamente in linea con quanto dichiarato dallo stesso Oettinger, che in un intervento dell’agosto scorso (vedi l'intervento di Oettinger ripreso da Reuters UK) condannava con fermezza l’introduzione di tagli retroattivi agli incentivi per le rinnovabili perché minano la fiducia degli investitori, ricordando che “tutti coloro che hanno installato pannelli solari, centrali a biogas o parchi eolici debbono ricevere il livello di incentivazione garantito al momento dell’installazione”.

"Confidiamo che l’Europa possa valutare la possibilità di indirizzare al Governo e al Parlamento Italiano un invito a riconsiderare la questione”, ha dichiarato Agostino Re Rebaudengo, presidente dell'associazione.

Lettera di assoRinnovabili a Günther Oettinger (pdf)

(Articolo a cura di Qualenergia.it)