FV 2013, cresce del 35% nel mondo. L'Asia sorpassa l'Europa

Nel 2013 oltre 37 GW FV installati a livello globale, con una crescita cumulativa del 35% sul 2012. L'Asia sorpassa per la prima volta l'Europa. Nell'UE la potenza annuale installata è di 9,6 GW. In Italia il calo anno su anno è del 70%: stimati 1,1 GW.

12/03/2014
FV 2013, cresce del 35% nel mondo. L'Asia sorpassa l'Europa

Nel 2013 il fotovoltaico ha fatto segnare l'ennesimo record: le nuove installazioni a livello mondiale sono state pari a circa 37 GW di potenza, il 24% in più rispetto al 2012 (con 29,9 GW). L'installato mondiale cumulativo sale così del 35%, a 136,7 GW dai 99,6 GW di fine 2012.

L'anno scorso la potenza FV in Asia ha sorpassato per la prima volta l'Europa in termini di installazioni annuali: nel vecchio continente si sono installati circa 10 GW, in Asia 20, di cui 11,3 GW in Cina e 6,9 in Giappone. Il terzo mercato mondiale è negli Usa con 4,8 GW di impianti connessi nel 2013. A mostrarlo sono gli ultimi dati diffusi da EPIA, l'associazione europea del FV. Nel grafico l'andamento dell'installato annuale in MW dal 2000 (clicca per ingrandire).

L'Europa ha ridotto drasticamente le proprie installazioni annuali: nel 2012 si erano installati 17,6 GW di nuovi impianti, nel 2011 erano stati 22,4 GW, grazie anche al boom del mercato italiano. Dal 70% sul totale del 2011 si è passati nel 2012 al 59%, per scivolare lo scorso anno al 28%.

In Italia il mercato annuale del fotovoltaico, orfano degli incentivi è crollato del 70% e si è installato poco più di 1,1 GW (altri dati non Epia parlanodi 1,3 GW). In Germania il calo è stato del 57%: da 7,6 GW del 2012 a 3,3 GW del 2013. Del titolo di mercati “GW size” nel 2013 possono fregiarsi anche la Romania (1,1 GW) e la Grecia (1 GW). Cali notevoli - anche se bilanciati da incrementi in altri Stati europei - ci sono stati per paesi che erano andati bene nel 2012 come il Belgio (da 600 MW a 215 MW nel 2013), la Francia (da 1,1 GW a 613 MW) e la Danimarca (da 300 a 200 MW).

Dopo 10 anni di leadership europea dunque l'Asia diventa l'area più importante per il FV: non solo grazie ai numeri di Cina e Giappone, ma anche con il contributo di 1,1 GW installati in India, 442 MW in Corea del Sud e 317 MW in Thailandia. I 136,7 GW di potenza fotovoltaica installati a livello globale (vedi grafico) generano attualmente il 3% del fabbisogno elettrico mondiale. In 10 anni la potenza è cresciuta di 37 volte.

Per il secondo anno consecutivo il FV insieme all'eolico è la tecnologia con la maggiore nuova potenza installata a livello europeo. Nel grafico sotto viene illustrato il bilancio netto di tutte le tecnologie per la produzione elettrica; si tiene conto cioè sia dei nuovi impianti connessi che di quelli mandati in pensione. Ebbene, nel vecchio continente carbone, gas e olio combustibile nel 2013 hanno un bilancio addirittura negativo: rispettivamente di circa 5,8, 2,6 e 2,5 GW. Nel complesso nell'Unione Europea nel 2013 la potenza da rinnovabili è cresciuta di 22,7 GW, quella da fossili è calata di oltre 11 GW.