Il mercato dell’auto verso il veicolo elettrico e ibrido in vetrina a Solarexpo-The Innovation Cloud 2015

Un’intervista a Loredana Gambino, direttore generale di Top Partners che curerà l’area E-Mobility di Solarexpo-The Innovation Cloud 2015 e un convegno dal titolo “Green Mobility: i mercati consumer e delle flotte aziendali” (giovedì 9 aprile, ore 10-13).

12/03/2015
Il mercato dell’auto verso il veicolo elettrico e ibrido in vetrina a Solarexpo-The Innovation Cloud 2015

“Nel 2014 in Italia c’è stata un’inversione di tendenza del mercato delle auto: le immatricolazioni sono state leggermente superiori all’anno precedente, un segnale in controtendenza anche se questi ultimi tre anni di crisi ci hanno visto tornare ai livelli di vendita del 1979, come dimostrano alcuni dati UNRAE", ci spiega Loredana Gambino, direttore generale di Top Partners società di servizi operante come consulente di aziende e professionisti, che curerà l’area “E-Mobility” di Solarexpo-The Innovation Cloud 2015 (8-10 aprile al MiCo-Fiera Milano Congressi). Nei giorni di fiera la società organizza anche un convegno dal titolo “Green Mobility: i mercati consumer e delle flotte aziendali”, che si terrà giovedì 9 aprile, ore 10-13.

Quest’anno saranno presenti nell’esposizione e nell'area dedicata al Test Drive Audi, BMW, CitroënRenault, Amico Blu, Ford il Gruppo Daimler con i marchi Mercedes-Benz e Fuso,  Altri noti marchi automobilistici si stanno iscrivendo in questi ultimi giorni.

Va detto che sul mercato italiano il parco di auto alimentate a benzina è sceso sotto al 30%, sostanzialmente stabili sono quelle a diesel, al 55% del totale, mentre salgono al 5% quelle alimentate a metano, e al 9% quelle GPL.

La crescita più consistente riguarda le auto ibride che rappresentano ora l’1,6% del totale: 21370 immatricolazioni, con un +41% sul 2013. Le auto elettriche aumentano del 27%, ma partiamo da numeri molto bassi, tanto che lo quota sul totale è inferiore all’1%.

Iniziamo col chiedere a Loredana Gambino come sta mutando l’offerta dei veicoli elettrici in Italia e se, in contemporanea, cresce anche la loro domanda:

L’offerta delle auto elettriche sta aumentando e un numero maggiore di case automobilistiche mette in commercio modelli ad alimentazione esclusivamente elettrica. Ad esempio nel nostro sito, Top Partners, si trovano BMWi3, Nissan Leaf, Peugeot Ion, ma la domanda è ancora modesta. Stiamo parlando di alcune centinaia di vetture. Ritengo che da un lato il costo più elevato e la limitata autonomia, attorno ai 150 km, frenino gli acquisti, soprattutto delle aziende.

Come evolverà Il settore dell'automotive nei prossimi anni? Si andrà verso l'acquisto del veicolo elettrico privato o più a una sua condivisione, grazie ai servizi di car o bike sharing?

Limitatamente al mercato professional, la ancora bassa autonomia condiziona gli acquisti, ma un noleggiatore di lungo termine ha ideato una formula che consente di avere, ad esempio, per il fine settimana un’altra vettura in sostituzione, ed evitare così il problema della ricarica che ad oggi è poco diffusa sulla rete stradale. Al momento esiste solo una stazione di servizio con ricarica veloce in autostrada. Secondo delle statistiche europee i km medi giornalieri percorsi sono 60. Dunque per i privati che si muovono in aree urbane, l’auto elettrica potrebbe essere una valida alternativa, considerata che il pieno costa solo 1 euro.

Quali strategie e politiche si dovrebbero prevedere per ampliare la diffusione della mobilità elettrica soprattutto nelle aree urbane?

La mobilità elettrica potrebbe avere impulso con la maggior diffusione di punti di ricarica pubblici, ad esempio presso centri commerciali o nelle stazioni di servizio. Qualcosa si sta facendo: Ikea ha colonnine di ricarica nei suoi parcheggi e diverse altre iniziative stanno nascendo a livello regionale, come Route220 che promuove una app per trovare i punti di ricarica. Poi si possono realizzare anche presso esercizi turistici, di ristorazione, culturali, ecc. Teniamo però presente che in Italia le auto elettriche vendute nel 2014 sono state poco più di 1000, e oltre 21mila le ibride. In Europa il parco circolante fra ibride ed elettriche è di oltre 250mila unità. La differenza è significativa. Va detto però che nel Nord Europa, oltre ad una maggiore propensione alle auto green, giocano a favore di questa opzione di mobilità alcuni fattori incentivanti, come la totale esenzione di tasse e bolli e la possibilità di percheggiare gratuitamente.

Di mobilità elettrica e ibrida si parlerà nell'edizione 2015 di Solarexpo-The Innovation Cloud, sia a livello convegnistico che espositivo, anche grazie alla collaborazione con Top Partners. Come sarà organizzato lo spazio espositivo? Saranno esposti i veicoli? Si prevedono prove di guida all'esterno?

Top Partners partecipa per il terzo anno consecutivo a Solarexpo e nei due anni precedenti lo stand ha sempre riscontrato altissimo interesse. Sul nostro sito sono presenti offerte di diverse case automobilistiche per auto, furgoni e anche per le due ruote. Nel 2014 erano presenti Nissan, Toyota, Peugeot, Mitsubishi e Opel. In fiera, oltre all’esposizione di auto, veicoli commerciali e due ruote, ci sarà un’area test drive, che attirerà l’interesse del pubblico, permettendo di toccare con mano le nuove tecnologie. Nel convegno che organizzeremo il 9 aprile si parlerà di innovazione tecnologica, delle novità presentate dalle case automobilistiche, di nuove tecnologie informatiche al servizio della Green Mobility, di TCO, total cost of ownership, che significa valutare nel suo complesso il costo di un automezzo, per scegliere la formula più adatta alle proprie esigenze.