La Guida agli scaldacqua a pompa di calore

Qualenergia.it ha pubblicato una guida sugli scaldacqua a pompa di calore. Un’alternativa efficiente e dal costo contenuto per la produzione di acqua calda sanitaria, abbinabile anche a impianti solari termici o FV o ad altre tecnologie per il comfort termico. Funzionamento, prestazioni, applicazioni, aspetti installativi e incentivi.

10/06/2013
La Guida agli scaldacqua a pompa di calore

Vai allo Speciale “Guida agli Scaldacqua a Pompa di Calore

Con la “Guida agli Scaldacqua a Pompa di Calore”, curata dall’ing. Gabriele Di Prenda di Ariston Thermo, si vogliono fornire quelle informazioni essenziali per chi, per la prima volta, si avvicina alla tecnologia dello scaldacqua a pompa di calore al fine di conoscerne le caratteristiche essenziali e per chi ne vuole valutare i pro e i contro, in previsione di un suo utilizzo.

Ancora troppo spesso, parlando di scaldacqua a pompa di calore con i consumatori, si sentono domande del tipo: “Per quale ragione dovrei acquistare un prodotto che costa 4 volte tanto uno scaldacqua elettrico? Quali risparmi e quale comfort mi assicurano?...”. Anche rivolgendosi ai professionisti del settore impiantistico capita di sentirsi chiedere, “Ma questi prodotti sono a norma di legge? Perché il loro COP non è come quello delle pompe di calore per il riscaldamento?”. Sono tutti segnali di scarsa conoscenza e diffidenza nei riguardi di una tecnologia che è invece in grado di coniugare perfettamente le esigenze dei professionisti con quelle delle utenze residenziali e commerciali.

Gli scaldacqua a pompa di calore sono un’alternativa “verde”, efficiente e allo stesso tempo economica per la produzione di acqua calda sanitaria. Le performance elevate in ogni condizione assicurano un risparmio di energia e in bolletta fino al 75% rispetto ad uno scaldacqua tradizionale; il minore impegno della potenza elettrica permette di soddisfare altre esigenze in ambito domestico e commerciale, senza comportare alcuna riduzione dei livelli di comfort abituali (quantità e qualità dell’acqua calda erogata). L’alta efficienza di questi prodotti e la loro componente rinnovabile contribuiscono altresì alla valorizzazione dell’immobile, migliorandone le performance energetiche. Da Gennaio 2013, gli scaldacqua a pompa di calore possono accedere al nuovo Conto Energia per le rinnovabili termiche.

Nell’arco degli ultimi 2-3 anni gli scaldacqua a pompa di calore si sono evoluti nelle prestazioni e ampliati in termini di offerta, presentando oggi una molteplicità di soluzioni d’installazione (split e monoblocco, murali e a pavimento) capaci di rispondere alle più svariate necessità delle utenze residenziali e commerciali. Essi possono inoltre essere facilmente abbinati a sistemi solari termici o fotovoltaici, o ad altre tecnologie per il comfort termico (caldaie, pompe di calore per riscaldamento, stufe, caminetti).

A suggello di tutto quanto appena detto, va ricordato che la legislazione europea certifica gli scaldacqua a pompa di calore come la Best Available Tecnology del settore; il futuro Regolamento Europeo sull’etichettatura energetica dei prodotti destinati alla produzione di acqua calda sanitaria, classifica infatti gli scaldabagni come la tecnologia più efficiente (Classe A).

(a cura di Gabriele Di Prenda di Ariston Thermo)