Pompe di calore: tariffa elettrica D1 prorogata per tutto il 2016

La tariffa D1 per i clienti domestici che utilizzano pompe di calore elettriche come unico sistema di riscaldamento nell’abitazione di residenza verrà prorogata per tutto il 2016.

11/01/2016
Pompe di calore: tariffa elettrica D1 prorogata per tutto il 2016

La tariffa elettrica D1 per i clienti domestici che utilizzano pompe di calore elettriche come unico sistema di riscaldamento nell’abitazione di residenza verrà prorogata per tutto il 2016. La tariffa D1, in vigore dal 1 luglio 2014 (Deliberazione Aeegsi 205/2014), prevede che il prezzo di ogni kWh consumato sia costante, quindi non dipendente dai consumi totali.

Ricordiamo che l’applicazione della tariffa è volontaria, possibile sia per i contratti di mercato libero che di maggior tutela, che il contatore elettronico deve essere telegestito e, inoltre, sono richiesti i requisiti minimi prestazionali (vedi Allegato H del D.M. 19/02/2007 e Allegato II del D.M. 28/12/2012 conto termico), utili anche per accedere alla detrazione del 65%. Dovrà inoltre essere fornito il proprio consenso all’effettuazione di verifiche e controlli anche presso la propria abitazione (vedi articolo di QualEnergia.it con FAQ su tariffa D1).

La proroga della D1 fino al 31 dicembre 2016 rientra nell’ambito della riforma delle tariffe elettriche domestiche approvata lo scorso 2 dicembre dall’Autorità per l’Energia con delibera 582/2015. In questa delibera vengono in particolare disciplinati e approvati i seguenti aspetti:

  • il fac-simile del modulo da utilizzare per richiesta di adesione alla sperimentazione tariffaria;
  • il fac-simile dell’asseverazione, sottoscritta da un tecnico abilitato, circa la presenza presso l’abitazione del cliente, oltre alla pompa di calore elettrica, anche di un generatore di calore alternativo;
  • il fac-simile del modulo da utilizzare per rinunciare alla sperimentazione tariffaria;
  • la check-list che ogni venditore aderente utilizza per compiere una verifica preliminare di correttezza e completezza formale delle richieste di adesione, prima di procedere a trasmettere all’impresa distributrice le informazioni minime necessarie.

Aderire alla tariffa D1 (ancora definita ‘sperimentale’) non comporta costi di nessun tipo e per tutto il periodo della sua applicazione all’interno della bolletta verrà indicata semplicemente la categoria di consumo “Domestico con pompa di calore”.

(Articolo a cura di QualEnergia.it)