Rinnovabili, ad agosto coprono il 45,4% della domanda elettrica. Il 40% dall'inizio dell'anno

Finora nel 2014 la domanda di elettricità in Italia è calata del 3,3% rispetto al 2013. Le fonti rinnovabili (82 TWh, il 7% in più rispetto al 2013) coprono il fabbisogno per il 40,1%. I dati mensili di Terna.

06/09/2014
Rinnovabili, ad agosto coprono il 45,4% della domanda elettrica. Il 40% dall'inizio dell'anno

Secondo il rapporto mensile di Terna (pdf) la domanda di energia elettrica in Italia nel mese di agosto (24,1 miliardi di kWh) è minore del 4% rispetto a quella registrata nel mese di agosto 2013, anche se questo dato percentuale scende a -1,6% depurandolo dall’effetto calendario e temperatura (rispetto ad agosto 2013, si è avuto un giorno lavorativo in meno e una temperatura media mensile inferiore di circa 1,5 °C). La variazione percentuale della richiesta mensile di energia elettrica dell'anno in corso sul precedente non registra un valore positivo dall’agosto 2012, quindi da 2 anni.

La produzione netta del mese cala del 2,3% rispetto ad un anno fa, soprattutto per il -14,1% del settore termoelettrico (circa 2 TWh in meno). Aumenta invece la produzione eolica (+22,3%) e idroelettrica (+23,8%). Il fotovoltaico, con una generazione di 2,83 TWh (mese record, supera di pochissimo luglio 2013) incrementa del 9,1%  quella dell’agosto 2013; questa produzione del solare rappresenta l'11,74% della domanda del mese.

Nel complesso nel mese tutte le rinnovabili (biomasse elettriche incluse) hanno generato il 48,9% dell’elettricità nazionale e coprono il 45,4% della richiesta elettrica.

Il  valore  destagionalizzato dell’energia  elettrica  richiesta  ad  agosto  2014  ha  fatto registrare  una  variazione  negativa  pari  a  -0,4%  rispetto  a luglio. Il trend, come si vede dal grafico, si mantiene su un andamento leggermente negativo.

Dall’inizio dell’anno il totale della produzione netta (180.165 GWh) è in calo del 3,8% rispetto allo stesso periodo del 2013, mentre la domanda di elettricità, con 205,9 TWh, decresce del 3,3% rispetto al 2013. La quota della domanda coperta dalle energie rinnovabili da gennaio ad agosto (quasi 82 TWh, il 7% in più rispetto al 2013) è del 40,1%. Sulla produzione netta è invece del 45,3%. Un anno fa i 76,5 TWh prodotti da fonti rinnovabili coprivano il 35,9% della domanda elettrica del paese.

La recessione del paese è descritta anche dai dati del calo dei consumi elettrici su tutta la penisola, con qualche dato finalmente con segno positivo, anche se dopo progressive riduzioni degli ultimi due o tre anni anni. Nel grafico la richiesta di energia elettrica suddivisa per aree territoriali nel periodo 1 gennaio - 31 agosto 2014.

(Articolo a cura di QualEnergia.it)