Rinnovabili ed efficienza in Marocco con il know-how italiano

Per parlare di soluzioni per la generazione distribuita ed efficienza energetica in Marocco, RES4MED ha organizzato un incontro a Rabat tra stakeholder marocchini, industria italiana delle rinnovabili, banche e operatori internazionali.

29/09/2014
Rinnovabili ed efficienza in Marocco con il know-how italiano

“L’efficienza energetica è una priorità per il Marocco, sia in ambito pubblico che industriale. E le ESCo italiane rappresentano un interlocutore privilegiato per l’elevata esperienza maturata”. Lo ha sottolineato la Société d'Investissements Energétiques (SIE), società statale marocchina di investimento nell'energia rinnovabile e nell'efficienza energetica, in occasione del workshop 'A step change in the deployment of renewable energy and energy efficiency in the Mediterranean', organizzato da RES4MED (Renewable Energy Solutions for the Mediterranean) il 16 settembre a Rabat, nell'ambito dei RES4MED Days, incontri della durata di un giorno mirati a favorire il dialogo tra i principali attori della sponda Sud del Mediterraneo (governo, agenzie, aziende energetiche, istituti finanziari, operatori industriali, università) e i membri di RES4MED.

In particolare l’obiettivo di questi workshop è generare una più profonda comprensione delle esigenze energetiche locali in base alle quali elaborare soluzioni complementari di generazione distribuita ed efficienza energetica. L’appuntamento di Rabat ha visto la partecipazione di circa 60 tra stakeholder marocchini, rappresentanti dell’industria italiana delle rinnovabili, banche e operatori internazionali.

La Società di Investimenti per l’Energia (SIE) ha presentato il quadro legislativo e finanziario per gli investimenti in Marocco (presentazione in pdf) e l’imminente apertura del mercato della media tensione che verrà annunciata dal Ministero dell’Energia durante la conferenza ‘Photovoltaica’ del 4 novembre 2014 a Casablanca.

Il Segretario Generale RES4MED, Roberto Vigotti, ha ribadito la centralità del ruolo di rinnovabili ed efficienza e i conseguenti benefici socio-economici, e Hakima El Haite, il Ministro dell’Ambiente, ha confermato l’importanza delle rinnovabili per la strategia energetica del Marocco, oggi il maggiore importatore di fonti fossili dell’Area MENA. Presente anche l’ambasciatore italiano che ha incoraggiato lo sviluppo di iniziative in grado di generare un reale scambio tra Italia e Marocco e di valorizzare le eccellenze di entrambe le nazioni.

L’Agenzia di ricerca governativa sulle tecnologie solari e sulle rinnovabili, IRESEN, ha presentato oltre 30 progetti di ricerca (pdf) sviluppati dal 2012 dall’agenzia nel solare termico, nell'eolico e nel fotovoltaico. Tra questi la Green City Mohamed VI, in costruzione a Ben Guérir, un’area ad elevata innovazione tecnologica e scientifica dotata della più moderna università politecnica del Marocco, con 8 ettari dedicati a laboratori per testare le nuove tecnologie.

La sessione dedicata alle soluzioni di generazione distribuita ed efficienza energetica ha visto un'ampia partecipazione delle aziende italiane, che hanno messo a disposizione il loro know-how, presentando idee e progetti.

Enel Green Power ha proposto il progetto village power (pdf) che prevede la produzione di energia elettrica con sistemi fotovoltaici distribuiti in aree isolate che oggi soddisfano il fabbisogno di energia con generatori diesel.

Asja ha illustrato le modalità di generazione elettrica e termica da biogas (pdf) da discarica e da scarti della catena agro-alimentare, di notevole importanza per il Marocco data l’elevata disponibilità di sottoprodotti della produzione di olio d’oliva.

Il CESI ha introdotto il tema dei contatori digitali (pdf), fattore chiave per l’integrazione delle rinnovabili nei mercati elettrici, evidenziandone i benefici per le utility e per i consumatori.

Ai sistemi di accumulo e al loro ruolo per la gestione delle congestioni (pdf) è stato dedicato invece l’intervento di RSE, Ricerca Sistema Energetico, che ha evidenziato i benefici dell’accumulo anche per la mobilità elettrica ed ibrida.

Il GSE, Gestore Servizi Energetici, ha presentato una panoramica delle politiche italiane di supporto alle rinnovabili con un focus sull’evoluzione della capacità installata per fonte, evidenziandone gli effetti sul mercato elettrico.

PwC ha analizzato le principali dinamiche degli investimenti in efficienza energetica (pdf), identificando attori, barriere e opportunità del settore, proponendo una serie di raccomandazioni per la definizione di un Energy Performance Contract.

IREN ha dato testimonianza delle best practice nate dall’esperienza italiana in fatto di business model delle ESCo (pdf), come nel caso del rifacimento dell’illuminazione stradale di 60.000 punti luce della città di Torino.

Con Santerno - Carraro Group il dibattito si è spostato sulla gestione efficiente dell’energia nel ciclo idrico (pdf) con un focus sul settore agricolo nel bacino del Mediterraneo. L’integrazione tecnologica con sistemi di monitoraggio rende il pompaggio con sistemi solari una soluzione competitiva lungo l’intero ciclo di vita dell’applicazione.

La Fondazione Ugo Bordoni ha presentato il valore aggiunto dell’integrazione tra ICT e rinnovabili (pdf) e soluzioni di efficienza energetica. La gestione e la valorizzazione delle informazioni rappresenta un punto di svolta per l’integrazione delle smart grid, dei sistemi di building automation e per la mobilità sostenibile.

Tutte le presentazioni dell’evento sono disponibili su res4med.org. Dopo la tappa in Marocco, i prossimi RES4MED Days si svolgeranno nel 2015 in Egitto, in Giordania e in Tunisia.

Per informazioni: info@res4med.org