Una scadenza importante per i proprietari di impianti fotovoltaici da 6 a 20 kW

I titolari degli impianti FV con potenze da 6 a 20 kW hanno tempo fino al 30 aprile 2015 per adeguarli in base alla Delibera 243/2013. In caso di mancato adeguamento nei tempi prescritti il GSE procederà alla sospensione delle tariffe incentivanti.

23/02/2015
Una scadenza importante per i proprietari di impianti fotovoltaici da 6 a 20 kW

I titolari degli impianti fotovoltaici, che non lo hanno già fatto, dovranno adeguarli ai sensi della Delibera 243/2013 dell’Autorità. Il provvedimento definiva le tempistiche e le modalità per l'adeguamento ad alcune prescrizioni dell'Allegato A70 al Codice di rete di Terna (garantire maggiore stabilità e sicurezza) degli impianti con potenze superiori a 6 kW, allacciati entro la data del 31 marzo 2012.

Imminente è ora la scadenza del 30 aprile 2015 per gli adeguamenti obbligatori degli impianti da 6 a 20 kW connessi alla rete di bassa tensione.

Bisognerà poi compilare un nuovo regolamento di esercizio, accompagnato da dichiarazione di un tecnico abilitato che dichiara l’avvenuto adeguamento dell’impianto, modificare la taratura dell’inverter e/o installazione di un dispositivo di interfaccia esterno e, infine, comunicare il tutto ad ENEL Distribuzione.

In caso di mancato adeguamento nei tempi prescritti il GSE procederà alla sospensione delle tariffe incentivanti (conto energia, scambio sul posto, ritiro dedicato). E' dunque importante che ogni proprietario di impianto FV contatti il proprio installatore per procedere per tempo all'adeguamento.